Villa Giusti dell'armistizio

1 novembre: film di Alberto Lattuada in Cinema di guerra in Villa, per il Centenario in Villa Giusti.

Il secondo film della rassegna Cinema di guerra in Villa è dedicato al grande Alberto Lattuada e al suo film Fräulen Doktor (Italia-Jugoslavia 1969, 101 min), che sarà proiettato il 1 novembre alle 18:00 sotto la tensostruttura collegata alla veranda di Villa Giusti.

È un film di guerra, tradimento, amore e odio, sotto la terrificante coltre dei gas asfissianti! Una novità nel cinema italiano degli anni sessanta, poiché prima del 1969 non si era mai vista una rappresentazione degli orrori della Grande Guerra.

Protagonista è una donna fuori dal comune, Fräulein Doktor, coinvolta in missioni estreme e decisiva per le sorti di operazioni delicate e di intere battaglie. In questo suo film così diverso dagli altri, Alberto Lattuada più che seguire un intreccio classicamente “bellico” compone un mèlange spionistico, avventuroso, drammatico, erotico, poiché ciò che più gli preme è il tema del pacifismo e la terribile battaglia dei gas asfissianti – per la quale chiede e ottiene mezzi notevoli (cavalli addestrati sul campo per venti giorni a indossare maschere antigas, tremila comparse, dodici giorni di riprese) dispiegati nelle sequenze girate in Jugoslavia.

Grazie anche a questa natura policentrica il film riserva sorprese non trascurabili… e per questo ti consigliamo di non mancare!

Dopo la proiezione ci sarà l’introduzione critica – allietata da un aperitivo – di Carlo Montanaro*, Direttore artistico di questa rassegna, la cui Direzione tecnica e regia è di Riccardo Costantini* (Cinemazero, Pordenone).

Anche per questo film è obbligatoria la prenotazione.

Non perderti un posto nella nuova e meravigliosa veranda di Villa Giusti, noi ti aspettiamo!

Altre informazioni sul programma dedicato al Centenario, organizzato dal Comitato per la valorizzazione di Villa Giusti dell’Armistizio con la Parrocchia della Natività della B. V. Maria alla Mandria, e la partecipazione del media partner Il mattino di Padova, le trovi qui.

*Carlo Montanaro,(La Fabbrica del Vedere e Archivio Carlo Montanaro, Venezia) è ormai considerato uno dei più importanti e stimati studiosi di cinema italiani. Nell’ambito veneziano, è vice presidente dell’Alliance Française e presidente dell’Università popolare. Tra le più recenti collaborazioni: la gestione della sezione cinematografica della Mostra dedicata a Man Ray nella Villa Manin di Passariano, con rassegna sulle opere dell’avanguardia storica (settembre 2014 – gennaio 2015), e la curatela della Mostra dedicata al Mondo Novoconservata nella Fondazione Musei di Venezia e organizzata nell’Espace Luis Vuitton di Venezia (Mondo Novo, Le vedute d’ottica & Olafur Eliason, dicembre 2014 – aprile 2015), entrambe con catalogo stampato.

*Riccardo Costantini, (Cinemazero, Pordenone) è coordinatore di Cinemazero, operatore culturale per i festival cinematografici Le Voci dell’Inchiestae Le giornate del Cinema Muto. Ha insegnato Didattica degli audiovisivipresso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Trieste. Curatore di diverse pubblicazioni monografiche sul cinema e la fotografia (Fellini, Bergman, Resnais, Losey, Moretti, Kezich, Pasolini) e di saggi in volumi collettanei, ma anche di grandi mostre fotografiche in Italia e all’estero (Pasolini, Tina Modotti, Tarkovski) e dei relativi cataloghi. Ha prodotto e distribuito diversi film di documentario ed è autore del libro Pier Paolo Pasolini. Polemica Politica Potere: Conversazioni con Gideon Bachmann, Premio Letterario Battilibro, X edizione.

Commenti? Scrivici

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *